Back to Top

5 Elementi Fondamentali della Cucina Toscana

28/02/2018|647 Views |0 Comments

 

Non è facile dare una definizione della cucina toscana e ancora più difficile è forse indicare gli elementi su cui essa si fonda. Secondo alcuni la cucina toscana potrebbe essere fatta solo di carne, dalla bistecca, al pollo, fino agli arrosti; per altri solo di fritti tanto che a Firenze si dice che “fritta è buona anche una ciabatta”; per altri infine potrebbe sembrare che in Toscana cuciniamo tutto al pomodoro, dalla famosa pappa, ai sughi o alle carni “rifatte”. Sicuramente la cucina toscana è tutto questo, ma forse è anche altro. Quello che colpisce è il legame indissolubile con la tradizione e con la terra stessa che offre i suoi migliori ingredienti. Riassumere quindi la cucina toscana a 5 elementi fondamentali non è affatto semplice, ma noi ci proviamo così.

Il pane

Rigorosamente “sciocco”, il pane toscano, così come da riconoscimento DOP, si caratterizza per la totale mancanza di sale. Croccante esternamente e morbido all’interno, viene usato dappertutto: negli antipasti (crostini, fettunta), nei primi piatti (ribollita, pappa al pomodoro, panzanella), nei secondi (spiedini con crostini, arrosti e umidi su fette di pane abbrustolite) e persino nei dolci, basti pensare al pan di ramerino o alla schiacciata con l’uva.

L’olio extra vergine d’oliva

Si potrebbe affermare che in Toscana esista un vero e proprio “culto” dell’olio d’oliva, tanto che la fettunta, ovvero pane e olio, rimane uno dei piatti tradizionali più apprezzati. Corposo e delicato allo stesso tempo, l’olio toscano rientra nella preparazione di sughi, salse ma anche piatti a base di carne e verdure.

Le carni

Protagonista indiscussa della griglia è la bistecca alla fiorentina, ma nella cucina toscana non manca proprio niente, neppure le frattaglie. Dalla trippa al lampredotto, questi piatti poveri mantengono ancora viva la tradizione della cucina povera.

Le verdure e i legumi

Fagioli, ceci, piselli: i toscani sembrano proprio apprezzare da sempre i legumi. Da soli o come elemento principali di zuppe e minestre, sono tra i protagonisti indiscussi della cucina regionale toscana. Ma non possiamo dimenticare nemmeno gli asparagi, gli spinaci, le bietole, tanto che nel linguaggio gastronomico “alla fiorentina” vuol spesso dire “fatto con spinaci”.

Il vino Chianti

A cavallo tra le province di Firenze, Siena e Arezzo, i vigneti sparsi sulle Colline del Chianti offrono, oltre ad un paesaggio unico, anche uno dei vini rossi più apprezzati in Italia e nel mondo: il Chianti DOCG.

18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *